WS 06_CONCLUSIONI

  

Come integrare gli impianti tecnologici in un contesto storico, è stato il tema principale del VI workshop.
Italia, paese che vanta una vastità di edifici vincolati e di pregio storico, raccoglie nel panorama progettuale un catalogo di differenti approcci di integrazione e gestione di impianti tecnici negli edifici storici.
Presente al workshop l’ing. Nicola Berlucchi, dello Studio Berlucchi che da decenni lavora nel restauro e nella riqualificazione dei teatri storici all’italiana. Il teatro, tipologicamente accoglie le innovazioni meccaniche e impiantistiche del suo tempo, macchine di scena e luci rispecchiano l’evoluzione tecnologica del periodo di costruzione. L’usura del tempo richiede molto spesso la sostituzione degli elementi originali in favore di tecnologie più sicure e adatte ad un uso contemporaneo. Nei progetti mostrati, sistemi come antincendio, ventilazione, illuminazione e sanitari sono stati perfettamente integrati nell’estetica delle sale teatrali, diventando a loro volta parte dello spettacolo.
Ediltecnica che ha curato con Assorestauro il progetto del centro REDI, ha poi raccontato le scelte attuate per gli impianti di condizionamento e di trasporto dell’aria nell’edificio coloniale di calle san Ignacio. Nel contesto tropicale de l’Avana, mantenere una temperatura costante in accordo con un controllo energetico dei consumi ha portato a scegliere un sistema centralizzato. Le grandi macchine che aiuteranno i frequentatori del centro a vivere in un clima temperato, sono state attentamente ingrate e nascoste con accorgimenti come controsoffittature e strutture leggere in legno, completamente ispezionabili. Il trasporto dell’aria avverrà con un sistema di canali metallici ancorati ai soffitti lignei tramite sottili tiranti e in accordo con le architetture che attraverseranno.
Infine I-Guzzini, azienda leader del design italiano, ha raccontato a partire dallo studio illuminotecnico il progetto delle luci. La varietà di ambienti e le differenti necessità di ogni funzione porteranno ad avere un inventario di luci dall’aspetto contemporaneo e funzionale. Lo stretto legame con l’impianto domotico creerà sempre nuovi effetti e regolazioni scenografiche che enfatizzeranno gli ampi spazi del centro.