Di ritorno da Isfahan

  

Concluso con soddisfazione dei partecipanti il secondo appuntamento iraniano di Assorestauro per l’anno 2016. Dopo il seminario di Tabriz, svoltosi ad ottobre e dedicato ai temi strutturali, la città di Isfahan è stata la cornice di un seminario dedicato al restauro degli apparati decorativi. “Restoration & Conservation of Decorative Surfaces (Ornaments)”, infatti, è il titolo della tre giorni, dal 10 al 12 dicembre, organizzata dalla Isfahan University of Art e Assorestauro con il supporto di ICE Agenzia e la partecipazione di EK Consultant Engineers.
Un intenso programma di contributi tecnici ed approfondimenti sul tema ha visto l’alternanza di esperti del settore iraniani ed italiani. In un clima di reciproco interesse e fattiva collaborazione si sono avvicendati argomenti specifici di tipo teorico e approfondimenti pratici con attenzione agli aspetti metodologici, alle fasi analitiche e di diagnostica ma anche a materiali, materiali innovativi e tecnologie e metodi di restauro.

Dopo i saluti di rito da parte dei vari soggetti promotori dell’evento e quelli del Rettore dell’Università, Dr. Kiani (President of Isfahan University of Art) e del Preside di Facoltà, Dr. Nasekhian (Dean of Faculty of Conservation & Restoration), le relazioni di carattere più istituzionale si sono alternate ad altre dalle caratteristiche maggiormente tecniche ed operative condotte spesso attraverso l’illustrazione di casi studio.
Il contributo italiano all’evento ha visto la partecipazione di esperti accademici italiani rappresentati da nomi illustri, quali la Prof. Donatella Fiorani, la Prof. Michela Palazzo ed il Prof. Carlo Cacace, che hanno presentato metodi ed approcci al tema secondo i più recenti ed aggiornati sviluppi del nostro paese, in un’alternanza equilibrata con esponenti iraniani esperti del settore ed impegnati attivamente nella salvaguardia del patrimonio artistico del loro paese.

Grande interesse è stato dimostrato da parte di tutti i partecipanti ai lavori e da tutti coloro che sono intervenuti nel corso delle tre giornate di studio che si sono svolte nell’auditorium dell’università.
Anche in questa occasione, come già accaduto lo scorso mese a Tabriz, è emersa un’evidente attenzione da parte dei colleghi iraniani al mondo del restauro italiano a cui si sono avvicinati dimostrando competenza ed interesse in uno scambio reciproco di esperienze e approfondimenti specifici.
Ruolo attivo quello delle Aziende italiane presenti, per lo più associate ad Assorestauro (BRESCIANI, COOPERATIVA ARCHEOLOGIA, CRISTELLOTTI&MAFFEIS, El.En., IBIX, ITALIANA COSTRUZIONI, MAPEI, STUDIO BERLUCCHI, TECNOVA GROUP, TRYECO 2.0), a cui si sono aggiunte alcune altre realtà attive nel settore (ABAD ARCHITETTI, PROGETTO PSC, SOLUZIONI PER L’UMIDITA’). Tutte hanno avuto l’opportunità di presentare la propria attività ed il proprio ambito di specializzazione anche attraverso l’illustrazione di casi studio specifici.
Momento particolarmente importante è stato quello degli incontri b2b, svoltisi nello splendido Sotun Palace (palazzo patrimonio Unesco) con la preziosa collaborazione di ICE Teheran e del Dr. Corradini, che hanno consentito incontri personali tra aziende italiane e attori stranieri, realtà locali di differenti tipologie, raccogliendo informazioni e contatti interessanti.

Il seminario di Isfahan chiude le attività di Assorestauro per l’anno 2016 ma costituisce un punto di partenza per ulteriori scambi con i colleghi iraniani nel prossimo futuro su temi che hanno dimostrato essere di estremo interesse per entrambe le parti anche e soprattutto alla luce di rapporti particolarmente cordiali e collaborativi.

Questi, in breve, i numeri delle 3 giornate di seminario “Restoration & Conservation of Decorative Surfaces (Ornaments)”:
22 interventi tecnico-scientifici di esponenti italiani e iraniani, di cui 7 contributi provenienti dal mondo accademico e i restanti 15 dal mondo aziendale,
13 aziende provenienti dall’Italia, di cui 10 associate ad Assorestauro,
20 operatori iraniani inviatati da ICE che hanno seguito le giornate di seminario e partecipato alle attività B2B per incontrare i rappresentanti italiani,
150 incontri organizzati e gestiti da ICE Teheran tra operatori nell’ambito dei B2B,
250 circa le presenze medie nella sala dell’auditorium durante i tre giorni di seminario.