La Pietà Rondanini

Dispositivi FRP-antidelaminazione e ancoraggio

 

In caso di applicazioni di sistemi FRP, è opportune prestare particolare attenzione alle tecniche innovative da utilizzare per evitare la delaminazione dei rinforzi dal substrato. Kimia ha sviluppato una gamma completa di soluzioni di ancoraggio, tra cui uno speciale sistema di bloccaggio meccanico, Kimitech FRP LOCK, utilizzato per sfruttare meglio le resistenze teoricamente garantite dai compositi impedendo la delaminazione delle fibre dal substrato. E’ particolarmente utile tentare di impedire fenomeni di delaminazione quando vengono applicati rinforzi:
- su substrati di scarsa qualità, in cui la rottura coesivo all’interno dello strato corticale dell'elemento rinforzato viene normalmente raggiunto per valori di tensioni inferiori a quelli che le fibre potrebbero sopportare;
- per il rinforzo di elementi sottoposti a condizioni di stress dinamico: senza connessioni, seguendo i movimenti della struttura, il composito potrebbe staccarsi dal supporto quando sottoposto a compressione non essendo quindi in grado in grado di esercitare la sua resistenza nelle fasi successive in cui avrebbe lavorato in trazione.

Una versione speciale del Kimitech FRP-LOCK®, chiamata Kimitech FRP-LOCK PR (figura 1), è stata usata per ancorare la statua della Pietà Rondanini di Michelangelo ad un nuovo basamento antisismico in occasione del suo trasferimento all'interno del Palazzo Sforzesco di Milano.
Il progetto di messa in sicurezza della "Pietà Rondanini", coordinato per la parte strutturale delle problematiche di riposizionamento dall’Ing Sonda di Miyamoto International, ha vinto il premio "Global Best Project 2016". Il premio è anche un riconoscimento del lavoro svolto da Kimia, che ha sviluppato il sistema di ancoraggio della scultura al basamento antisismico.
La famosa scultura di Michelangelo risalente al XVI secolo, per l'apertura di EXPO 2015, è stata spostata in una nuova sede del Palazzo Sforzesco a Milano (figura 2).
Infatti, dopo 60 anni trascorsi nella Sala Scarlioni, è stato ospitato in una delle splendide camere recentemente recuperate dall'antico Ospedale Spagnolo. Per l'occasione, la statua è stata posta su un basamento in grado di renderla immune sia a eventuali azioni sismiche che alle frequenti vibrazioni generate dai visitatori e dal passaggio della sottostante metro (figura 3).
A causa del valore artistico inestimabile della statua, l'eccezionale opera di spostamento della scultura rappresentava un'occasione per le aziende più competenti per mostrare le proprie tecnologie. Kimia è stata chiamata per occuparsi del sistema di bloccaggio da applicare sotto il basamento della scultura.
L'idea di realizzare un sistema di bloccaggio con i compositi nasce dall'esperienza trentennale di Kimia nel campo dei rinforzi strutturali con questi materiali.
Kimitech FRP-LOCK® PR è realizzato attraverso un processo di laminazione dei tessuti in fibra di carbonio attorno ad un nucleo metallico. La base del disco costituisce la superficie di incollaggio alla statua, il nucleo è utilizzato per fissare un cilindro metallico inserito e bloccato nel basamento.
Le tappe precedenti il posizionamento del rinforzo sono state studiate approfonditamente per sviluppare e testare - nei laboratori del Politecnico di Milano - la soluzione migliore tenendo conto della necessità di rendere l'intervento sia molto prestazione che reversibile (figura 4).

Fasi operative:
- la piattaforma antisismica e antivibrazioni realizzata da un team di aziende, tra cui lo studio giapponese Miyamoto International, THK, Goppion e Reglass, è stata posizionata all'interno della sala dell’Ospedale Spagnolo. La superficie è stata preparata mediante una colata di betoncino colabile Betonfix CR, rinforzato con rete in acciaio (figure 5 e 6);
- la statua è stata portata nella stanza che sarebbe diventata la sua nuova sede. Per effettuare l'incollaggio della Kimitech FRP LOCK® PR sulla superficie inferiore (figura 7), la statua è stata sollevata e mantenuta in sicurezza per tutto il tempo di lavorazione necessario. Infine, una volta avvitato il cilindro metallico al dispositivo Kimitech FRP-LOCK PR (figure 8 e 9), il posizionamento finale della statua è stato effettuato inserendo il cilindro nel basamento (figura 10).

[di Diego Aisa, Chiara Frate, Federico Picuti]