14.10 Milano

Vip delegation

  
Alcuni esponenti della delegazione turca hanno dedicato la giornata alla visita di due siti significativi dell’area milanese: la Villa Reale di Monza ed EXPO2015.
Nel corso delle visite la delegazione è stata accompagnata da alcuni esponenti di Italiana Costruzioni, impresa edile che ha lavorato in entrambi i cantieri.

 

Visita alla Villa Reale di Monza

Accompagnatori Enzo Crucco e Giulia Putaturo, ITALIANA COSTRUZIONI
conAttilio Navarra, Presidente di Villa Reale

La Villa Reale, o Palazzo Reale, di Monza è un magnifico complesso architettonico che vanta più di duecento anni di storia. Fu costruito come residenza di campagna alla fine del 1700 su ordine dell’Imperatrice Maria Teresa d’Austria. Il progetto fu affidato al celebre architetto Giuseppe Piermarini che creò un palazzo in perfetto stile Neoclassico. Quando il Palazzo passò sotto la casa dei Savoia nella seconda metà del 1800 fu rinnovato secondo i gusti dell’epoca, raggiungendo il suo massimo splendore sotto re Umberto I.
Villa Reale fu abbandonata dalla famiglia reale agli inizi del 1900 e fu più tardi occupata durante la guerra. Successivamente, i locali del Palazzo iniziarono ad essere utilizzati per mostre internazionali di arte e arredamento. E’ in questi anni che l’edificio iniziò a cadere in un lento declino.
Solo negli anni 2000 fu avviato un piano di restauro grazie al quale la Villa ha oggi riguadagnato la sua "Magnificenza Reale".

The Villa Reale, or Royal Palace, of Monza is a magnificent building complex that boasts more than two hundred years of history. It was built as a country residence at the end of the 1700s by order of the Empress Maria Theresa of Austria. The project was assigned to the renowned architect Giuseppe Piermarini who created a palace in perfect Neoclassical style. When the palace passed to the House of Savoy in the second half of the 1800s it was reworked according to the tastes of the times, reaching great splendour under Umberto I.
The Villa Reale was abandoned by the royal family at the beginning of the 1900s, and was later occupied during the war. Subsequently, the rooms of the palace began to be used for international exhibitions of art and furnishings. It was around this time that the building began to fall into a slow decline. By the beginning of the new millennium, a huge restoration plan have been undertaken.
Thanks to this important restoration work the Villa regained its Royal beauty!

ITALIANA COSTRUZIONI (nell’ambito di un’ATI in Joint venture con Malegoni Comm. Erminio srl e Na.Gest. Globale Service srl) è intervenuta per il recupero del Palazzo della corte asburgica con i suoi giardini. In particolare, l’intervento ha riguardato il recupero e valorizzazione del Corpo Centrale della Villa Reale, il recupero parziale dellʼala nord, la realizzazione dellʼarea tecnica esterna alla Villa lato nord, la messa in sicurezza della corte dʼingresso, la gestione per lʼintera durata della concessione, delle aree a destinazione commerciale, laboratori artigianali, bar, caffetteria, ristorante e spazi flessibili e polifunzionali.
Villa Reale è il primo progetto in Italia di partnership pubblico/privato nel settore del restauro monumentale, in cui Italiana Costruzioni è co-finanziatore e gestirà per 20 anni l'immobile.

 

Visita a EXPO 2015

Accompagnatori Enzo Crucco e Marco Atzori, iTALIANA COSTRUZIONI

Il Padiglione Italia, progettato da Italiana Costruzioni per l’Esposizione Universale 2015, ospitata dalla città di Milano, è un edificio pensato come un contenitore di molteplici attività che spaziano dai servizi al settore espositivo. Concepito come un oggetto geometrico complesso, il Padiglione Italia è composto da Palazzo Italia, da un cavo robusto sospeso sopra ad una piazza che è collegato al terreno per mezzo di una grossa scultura e da quattro grandi aste, pilastri che indicano il Cardo, l’asse trasversale che, insieme al Decumano, definisce la distribuzione strutturale progettata per Expo 2015.
Sia Palazzo Italia sia la stecca sul Cardo danno origine alla struttura più rappresentativa dell’Esposizione Universale del 2015 rappresentando l’eccellenza dell’architettura e dell’ingegneria riconosciute a livello mondiale. Edificio di una straordinaria complessità realizzativa per i suoi sistemi strutturale e le finiture architettoniche, Padiglione Italia è stato una delle più grandi sfide per Italiana Costruzioni che ha completato I lavori in meno di un anno.
Palazzo Italia si erge su un basamento, 5 piani fuori terra ed una copertura a terrazza.
Durante Expo tre livelli di Palazzo Italia sono usati per l’esposizione italiana, I rimanenti due piani sono utilizzati per la struttura gestionale e organizzativa. Le strutture sul Cardo – costituite da 2/3 livelli sopra terra e terrazze in copertura – sono state utilizzate da differenti soggetti presenti all’evento, compresa l’Unione Europea e la Regione Lombardia.
Al termine di Expo 2015, Palazzo Italia sarà il solo edificio che rimarrà nel sito, sarà utilizzato per differenti scopi, mentre le stecche del cardo, nonostante la loro bellezza saranno probabilmente dismesse.

The Italian Pavilion, designed by Italiana Costruzioni for the2015 Universal Exhibition, hosted by the city of Milan, is a building designed as a container for multiple activities ranging from the service to the exhibition sector. Conceived as a geometrically complex object, the Italian Pavilion isomposed by Palazzo Italia, a strong cable suspended over a square that sticks to the ground by means of large sculptural bases and four big sticks that Pilar that mark the Cardo, the transverse axis which, together with the Decumano, defines the infrastructure distribution designed for the Expo 2015.
Both Palazzo ItalIa and the slats on the Cardo originate the structure more representative of the Universal Exhibition of 2015 in representation of architectural and engineering excellence which has been recognized worldwide. Building of extraordinarily realization complexity for its structural systems and architectural finishes the Italian Pavilion was one of the biggest challenges for Italiana Costruzioni that completed buildings in less than a year.
Palazzo Italia spread over a basement, 5 floors above ground and a roof terrace. During the Expo 2015 three levels of Palazzo Italia were used for exhibition purposes for Italy, the remaining 2 floors were given to the management structure of the organization. The structures on the Cardo – composed by 2/3 levels above ground and terraces on the roofs - have hosted various subjects that are taking in the event including the European Union and the Region of Lombardia.
At the end of the Expo 2015, Palazzo Italia will be the only building that will stay at the site - it will be used for different meanings , while the slats of the Cardo, despite their attractiveness will probably be dismissed From that moment Palazzo Italy will become one of the landmark of the urban landscape Milan thus remaining a great work to the community.

 

Potresti essere interessato a...