Le facciate del Colosseo

Progetto esecutivo per il restauro

 

Il restauro del facciate nord e sud del Colosseo a Roma è stato progettato attraverso metodi rispettosi sulle superfici e forme. Il progetto esecutivo, realizzato dalla società Italiano B5 S.r.l. (Francesca e Ugo Brancaccio, specializzata nel restauro del patrimonio) con Didier Repellin, a seguito di un concorso internazionale (2013-2016), è stato commissionato dal Ministero della Cultura e sponsorizzato da Tod's. La teoria del restauro è stata seguita insistendo particolarmente sulla conoscenza e l'intervento, attraverso le linee guida della "reversibilità potenziale", "compatibilità", "minimo intervento", "carattere distintivo". Il progetto ha previsto di pulire, consolidare, proteggere il monumento, conservando, sotto gli strati di polvere, sporcizia e croste, tutti i colori e le patine assunti dal travertino nel corso tempo, e anche di aggiungere delle griglie in acciaio, per un uso flessibile e secondo le norme, nel rispetto dei materiali e delle forme esistenti.