DOPO IL SALONE DI PARIGI

 

Si è conclusa con successo la tre giorni parigina che ha visto la partecipazione di un gruppo di aziende italiane al Salon International du Patrimoine Culturel sotto la guida di ICE Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.
L’appuntamento parigino costituisce un momento atteso dal settore del restauro nazionale francese che ogni anno vede radunarsi al Carrousel du Louvre aziende provenienti da tutto il territorio nazionale per un confronto sui temi del settore. Negli ultimi anni poi l’evento è stato oggetto di interesse da parte anche di numerosi ospiti stranieri che hanno trovato in questa occasione una platea di eccellenze francesi a cui proporsi per lo sviluppo delle proprie attività.

Al Salon International du Patrimoine Culturel, infatti, ogni anno si danno appuntamento operatori del settore che presentano al pubblico nazionale ed internazionale (quest’ultimo sempre numericamente crescente secondo i dati forniti dagli Organizzatori) le specificità di numerose aziende, molte delle quali di tipologia artigianale, che operano nel settore del restauro.
All’edizione 2016, oltre ad Enti, Istituzioni, Associazioni e Istituti vari di formazione, erano presenti ben 40 tipologie di attività (il Salon le identifica come métiers) suddivise per settore di specializzazione: dall’architettura dei giardini d’arte, dalla ceramica al tessile, dal cuoio al metallo, dall’arredamento al vetro e al cristallo.
Per quanto attiene nello specifico il patrimonio costruito i partecipanti all’edizione 2016 erano suddivisi in: - imprese che operano nel restauro di interni e degli apparati decorazioni; - coperture; -murature e grandi opere; - materiali da costruzione; - conservazione; - prodotti e soluzioni tecniche; - ristrutturazioni.

Le Aziende italiane partecipanti, per lo più appartenenti ad Assorestauro (B5, BOVIAR, GRAPHITE, IBIX, STUDIO AERREKAPPA, STUDIO CARAFA E GUADAGNO, TECNOVA GROUP) sono state selezionate da ICE nell’ambito delle iniziative promozionali per il Piano Export Sud, a sostegno delle Regioni di Convergenza (Campania, Calabria, Puglia, Sicilia) ed hanno trovato collocazione nell’ambito di un’isola ICE che ha consentito loro di presentarsi come angolo nazionale italiano di eccellenza.

Soddisfatti i partecipanti che, tutti alla prima esperienza parigina del Salon, hanno riscontrato grande interesse nei confronti delle specializzazioni italiane presentate, ambiti che hanno catturato l’attenzione del pubblico francese.
Risultato positivo quindi per l’attività promossa dall’Associazione, conclusa con la promessa di ripresentarsi alla prossima edizione con una partecipazione più corposa e l’organizzazione parallela di eventi specialistici finalizzati.