ASSORESTAURO e GBC

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

 
Firmato a Ferrara, in occasione del Salone del Restauro che si è tenuto alla fine di marzo, un accordo di collaborazione tra Green Building Council Italia e Assorestauro.
Nell’ambito del tradizionale convegno dedicato all’internazionalizzazione che Assorestauro annualmente organizza in occasione del Workshop ICE al Salone, dal titolo ‘Progettare il restauro nel mondo’, le due associazioni hanno pubblicamente siglato un accordo con valore biennale e finalizzato al raggiungimento di obiettivi di promozione, divulgazione e sensibilizzazione di reciproco interesse. Firmatari dell’accordo tra le due Associazioni Alessandro Zanini, Presidente Assorestauro, e Gianni Silvestrini, Presidente GBC Italia, rappresentato per l’occasione da Marco Caffi, Direttore GBC Italia.
 

In virtù dell’accordo stipulato, le due associazioni si occuperanno di promuovere con i propri strumenti, mezzi e canali di diffusione abituali le reciproche attività promosse e organizzate sul territorio nazionale e in particolare attiveranno:
- promuovere iniziative (convegni, mostre, seminari, incontri ecc.) finalizzate alla promozione della cultura del progetto sostenibile per il patrimonio immobiliare storico, quale elemento centrale  per la crescita economica e culturale del paese;
- avviare azioni comuni nei confronti del mondo istituzionale, politico economico e sociale per promuovere - anche attraverso azioni legislative e normative adeguate - la cultura del costruire sostenibile e fare largo ad una sensibilità diffusa, attorno al tema della sostenibilità nel contesto degli edifici storici , con un approccio coerente a quanto richiesto dalle direttive europee e allineato alle migliori pratiche internazionali;
- intensificare la collaborazione per la costruzione di percorsi utili alla ricerca, all'innovazione ed alla formazione professionale dei professionisti, delle imprese e delle Pubbliche Amministrazioni sul tema della sostenibilità applicata agli edifici storici e per la diffusione delle relative "buone pratiche";
- partecipare congiuntamente a programmi di finanziamento nazionali e internazionali relativi allo sviluppo di progetti nell'ambito di tematiche oggetto del presente protocollo;
- rafforzare il sostegno reciproco nel conseguimento dei propri obiettivi statutari.

L’attività di collaborazione è già stata avviata e sono in fase di organizzazione alcune iniziative che saranno quanto prime rese pubbliche.