La moschea di Enez

  

La moschea di Hagia Sophia di Ainos venne edificata in epoca bizantina attorno al XII secolo dopo Cristo nel distretto di Enez, ricompreso nella provincia di Edirne della Tracia.
Venne convertita in moschea nel 1455.
Nel 1962 la moschea era ancora utilizzata per le funzioni religiose, nonostante la situazione di forte degrado: in quell’anno avvenne uno dei crolli più rovinosi che interessò la facciata nord e la moschea venne abbandonata definitivamente. (figura 1)

La progettazione dell’attività di rilievo laser scanner è stata influenzata dalla situazione di precaria stabilità dell’intero edificio tanto che non è stato possibile salire sui tetti ancora presenti, ma è stata agevolata dalla particolare conformazione del terreno circostante che presentava un piccolo promontorio tutto intorno all’edificio. (figura 2)
Sono state quindi individuate varie posizioni sia interne che esterne che permettessero di coprire, con la nuvola di punti, tutte le pareti dell’edificio.

La nuvola di punti ottenuta oltra a determinare la posizione spaziale di ogni singola parte dell’edificio ne descrive la riflettanza; questa caratteristica può essere utile a connotare i diversi materiali di cui è composta la superficie oggetto di rilievo. (figura 3)

Contemporaneamente alle scansioni sono state acquisite le immagini fotografiche per la realizzazione delle immagini sferiche da cui è possibile ottenere la colorimetria dell’oggetto.
L’informazione del colore può essere successivamente applicata alla nuvola di punti così da rendere più coinvolgente la navigazione e l’interrogazione della stessa. (figura 4)

Sono state acquisite una serie di fotografie con tecnica fotogrammetrica per la realizzazione di ortofoto dei prospetti e delle sezioni dell’edificio. (figure 5-7)
Questa tecnica abbinata all’uso del laser scanner ha prodotto ottimi risultati sia in termini di accuratezza metrica sia di qualità colorimetrica dell’elaborato finale. (figura 8)

[di Alberto Raschieri]